Myelom-Gruppe Rhein-Main

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2013

Terapia con alti dosaggi e trapianto di cellule staminali

Ricerche specifiche hanno dimostrato che impiegando dosi molto alte di melfalan, in molti pazienti, si può arrivare ad una completa remissione (scomparsa assoluta dei sintomi della malattia). Purtroppo però una terapia con alti dosaggi compromette il midollo osseo. Ne consegue un'evidente carenza di globuli bianchi che a sua volta espone ad un rischio notevole di contrarre infezioni. Per quanto riguarda la terapia con alti dosaggi del mieloma multiplo/plasmocitoma, finora si sono affermati i seguenti metodi.

  • Somministrazione di fattori di crescita con effetto di accelerare la formazione di nuovi globuli bianchi. Questi fattori di crescita sono denominati fattori stimolanti la colonia di granulociti (G-CSF).
  • Ritrasfusione di cellule staminali del midollo osseo o periferiche ( circolanti nel sangue ) ricavate prima di iniziare la terapia ad alto dosaggio. Questo metodo viene definito anche trapianto di cellule staminali autologo (proveniente dal proprio corpo).

Consultatevi con il vostro medico per decidere se per il vostro caso vada preso in considerazione questo trapianto di cellule staminali autologo o piuttosto uno di tipo allogeno (cellule provenienti da un altra persona) in combinazione con un trattamento chemioterapico ad alti dosaggi e per sapere quali rischi questi metodi comportino.