Myelom-Gruppe Rhein-Main

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2013

Chemioterapia

I farmaci chemioterapici sono medicinali con effetto di inibire la crescita di cellule tumorali. A differenza di altri tumori maligni che richiedono una terapia immediata, la diagnosi mieloma multiplo/plasmocitoma non giustifica necessariamente il ricorso immediato alla chemioterapia. Si dovrebbe comunque iniziare una chemioterapia in tutti i casi in cui

  • si sia di fronte a sintomi quali riduzione del rendimento fisico, stanchezza, perdita di peso o dolori ossei,
  • venga accertata una limitazione della funzione dei reni,
  • si sia di fronte ad una situazione di ipercalcemia (elevato livello del calcio nel sangue) o
  • si è in presenza di una sempre più forte anemia.

Per il trattamento del mieloma multiplo/plasmocitoma, particolarmente efficaci risultano determinati farmaci citostatici (medicinali con effetto di inibire la crescita cellulare = farmaci chemioterapici), i così detti agenti alchilanti. In alcuni casi, agenti alchilanti come il melfalan e il ciclofosfamide vengono combinati con preparati di cortisone.

Gli effetti collaterali più frequenti della chemioterapia sono nausea e vomito. Altri possibili effetti collaterali sono anemia, infiammazioni delle mucose, perdita di capelli, danneggiamento del sistema nervoso e aumento di peso. La maggior parte di questi effetti sono limitati al periodo in cui si è sottoposti alla chemioterapia.
Apprenderete dal vostro medico curante.quali preparati e in quale combinazione debbano venire impiegati per la vostra chemioterapia.